Parent Coaching

Pubblicato il : 17 ottobre 2016

Un’opportunità per migliorare la relazione genitori -figli in tempi brevi

In quest’articolo ci occuperemo di: relazione genitori e figli, adolescenza, preadolescenza, età scolare, età infantile, parent coaching, assenze da scuola, voglia di studiare, abbandono scolastico, immagine di sé, disturbi dell’alimentazione, autolesionismo, chiusura dal mondo esterno, litigi, incomprensioni.

“Mio figlio non vuole andare più a scuola”

“Non riconosco più mio figlio”

Sono alcune delle frasi che sentiamo sempre più spesso da genitori in difficoltà che si rivolgono allo Studio Ergo di Mariano Comense.

Per questo motivo abbiamo pensato di sviluppare il servizio di parent coaching grazie alla nostra esperienza in campo familiare e come esperti delle relazioni interpersonali e della comunicazione.

Il parent coaching è un servizio che mettiamo a disposizione dei genitori che rilevano difficoltà nella gestione della relazione con i figli, che permette di raggiungere risultati soddisfacenti e duraturi nel tempo.

Si tratta di tecniche di comunicazione e gestione delle relazioni, insieme ad alcune nozioni relativa alla fascia d’età del proprio figlio, che vengono messe a disposizione dei genitori durante gli incontri con uno degli psicologi di Studio Ergo.

Non è un percorso dove vengono insegnati trucchi o svelate ricette per la felicità familiare, ma un servizio che ti aiuterà a scoprire e potenziare le risorse che già hai come genitore al fine di migliorare la relazione con i tuoi figli di qualsiasi età.

Il parent coaching può essere utile per tutti quei genitori che pensano di non sapere più come farsi ascoltare dai figli per quanto riguarda la gestione della quotidianità e per i quali litigi e incomprensioni sono all’ordine del giorno.

Ogni relazione genitore e figlio è differente e pertanto, dopo un primo colloquio conoscitivo, nei successivi incontri si stabilisce un percorso di miglioramento costruito apposta per gestire il tipo di difficoltà riportata.

il parent coaching può aiutare a migliorare le relazioni genitori - figli

parent coaching per migliorare le relazioni genitori – figli

Le difficoltà possono essere quelle tipiche delle varie fasi evolutive.

In età infantile (0 – 5 anni)

le problematiche che possono mettere a dura prova la pazienza dei genitori riguardano l’alimentazione, il sonno, i capricci o i rapporti con i fratelli e le sorelle.

In età scolare e nella preadolescenza (6 – 13 anni)

le difficoltà possono essere legate alla scoperta del mondo esterno alla famiglia, al rapporti con i pari, la scuola e gli insegnanti.

In età adolescenziale (dai 13 anni)

i mutamenti corporei possono impattare sempre più sull’immagine di sé generando insicurezze o timori infondati e talvolta comportamenti alimentari preoccupanti.

Iniziano gli esperimenti di autonomia e di ricerca di una propria identità anche attraverso la sfida all’autorità scolastica e genitoriale. Cambiano i valori e i modelli di riferimento, non sempre approvati dai genitori in virtù di un gap generazionale.

La scuola può diventare fonte di preoccupazione e di ansie che si riflettono sul rendimento scolastico con assenze o abbandoni.

Gli sbalzi d’umore possono preoccupare parecchio, soprattutto se accompagnati da episodi di aggressività verbale o fisica, anche rivolti verso i genitori stessi.

Le tante domande su di sé che i ragazzi si pongono in questo periodo, anche se non conosciute dai genitori, possono gettarli nell’insicurezza e nel disorientamento, generando comportamenti di ricerca di affermazione di sé anche estremi come i gesti di autolesionismo o ritiro totale dal mondo esterno.

Soprattutto nell’età adolescenziale i genitori ci riportano spesso di “non riconoscere più” i propri figli, di “non sapere più cosa fare” e di avere continui scontri e incomprensioni.

La paura che il proprio figlio stia sviluppando una patologia di tipo psichiatrico o possa avviarsi ad una carriera deviante, spinge i genitori a rivolgersi agli specialisti o alla ricerca di soluzioni che spesso non fanno altro che auto – alimentare il problema.

Non sempre i ragazzi sanno dare un nome a tutti questi cambiamenti o avere le idee chiare sul loro stato d’animo e dunque instaurare un dialogo accogliente e fiducioso libero da ansie e preoccupazioni genitoriali non è semplice.

Per tutte queste situazioni o per chi voglia migliorare il rapporto e la comunicazione con i figli, il parent coaching può essere utile per trovare uno stile comunicativo più efficace e che sappia accogliere i cambiamenti tipici dell’età evolutiva.

Se ti interessa saperne di più, scrivici o contattaci.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>