Dott. Carlo Grolli

Foto-Dott.-Carlo-GrolliDott. Carlo Grolli – Psicologo Psicoterapeuta

Iscritto all’Albo dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia con autorizzazione n.03/8733 e autorizzato all’esercizio dell’attività psicoterapeutica dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Telefono: 347 9940919 | Email: grolli@studioergo.it

Se vuoi vedere impara ad agire.
Heinz Von Foerster

Esercito la libera professione come psicologo e psicoterapeuta con numero di iscrizione 03/8733 all’Albo dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Nella mia attività professionale mi occupo di aiutare le persone a trovare nuove modalità di affrontare le situazioni di difficoltà e i loro problemi, attraverso un processo di ricerca attiva di soluzioni più efficaci in tempi brevi.

Credo che chi si rivolga ad uno psicologo abbia bisogno di qualcosa di più che “fare due chiacchere” e pertanto cerco di proporre un aiuto concreto e reale. La frase che hai trovato all’inizio di questo paragrafo, ben esprime il modo di intendere il mio lavoro, basato sul fare e sull’agire per cambiare e sulla ricerca attiva delle modalità per realizzare un modo migliore di stare bene.

Lavoro con la persona, la coppia o la famiglia al fine di definire quale è il problema da risolvere o la difficoltà da superare e dunque l’obiettivo da raggiungere e insieme definiamo come arrivarci. Questo lavoro di definizione dell’obiettivo da raggiungere ci permette di valutare il percorso attraverso i risultati ottenuti e così aggiustare la rotta in itinere. Proprio perché “nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa a quale porto vuole approdare”.

Il metodo di lavoro che utilizzo è pluralista, cioè si avvale di diverse teorie non solo psicologiche e pragmatista, ovvero orientato all’obiettivo attraverso azioni pratiche.

Se vuoi avere altre informazioni sul metodo di lavoro derivante dall’interazionismo simbolico clicca qui.
Negli anni ho lavorato con questo metodo in svariati contesti, clicca qui per vedere il dettaglio delle esperienze formative e lavorative.

Le mie esperienze lavorative sono state sempre caratterizzate da un contatto diretto con le persone. Negli anni degli studi universitari ho lavorato come commerciante e questa esperienza mi ha permesso di capire cosa vuol dire “l’orientamento al cliente”, ascoltare i suoi bisogni impliciti e trasformarli in richieste esplicite.

Subito dopo la laurea ho iniziato a lavorare nel settore no profit per varie cooperative di Milano e del Lecchese. Ho lavorato principalmente con persone con disagi mentali, problemi di tossicodipendenza, con misure alternative alle pene e senza fissa dimora, in servizi di assistenza domiciliare o comunità terapeutiche. Queste esperienze mi hanno fatto maturare l’idea che anche di fronte a diagnosi psichiatriche o identità sociali ai limiti, le persone possono attivarsi per ricostruire attivamente il loro percorso di vita.

Contemporaneamente ho svolto i tirocini formativi in servizi di salute mentale e di psicologia presso alcune strutture pubbliche (Ospedale “Niguarda” di Milano e OspedaleSant’Anna” di Como). Queste esperienze, altamente formanti e professionalizzanti, mi hanno permesso di capire come offrire un servizio di qualità e rispondente ai reali bisogni delle persone nella mia attività privata.

Lavorando come operatore delle relazioni d’aiuto, ho vissuto in prima persona quanto sia importante un ambiente lavorativo e un’organizzazione del lavoro che aiuti gli operatori a proteggersi dai rischi per la salute derivanti dall’attività lavorativa (stress e burnout). Così ho messo a frutto la mia esperienza e ho cominciato ad occuparmi di benessere lavorativo e a proporre progetti di consulenza e formazione per cooperative sociali e ospedali.

Dopo qualche anno, insieme ad altri colleghi anche di professionalità differenti abbiamo cominciato ad occuparci di psicologia del lavoro e delle organizzazioni e a proporre la consulenza organizzativa anche alle aziende profit e tuttora anche questa è una parte del mio lavoro. Ma questa è un’altra storia…

Attualmente collaboro anche con alcuni poliambulatori specialistici e con studi associati di avvocati, per consulenza psicologica, psicoterapia individuale e di coppia e Consulenza Tecnica di Parte (CTP).

 

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone