Relazioni

… non c’è niente al di fuori della relazione. Non esiste niente, l’essere umano esiste solo in relazione a qualcuno.
Gianfranco Cecchin

Quest’area è dedicata alle relazioni con gli altri e alla famiglia in particolare.

Ai rapporti di coppia, ai rapporti tra genitori e figli e le altre figure della famiglia allargata, alle nuove famiglie che si ricompongono dopo separazioni oppure altri eventi, ai rapporti con gli amici e i colleghi di lavoro.

Per maggiori informazioni sui servizi dedicati alla famiglia, visita l’area famiglia dedicata.

A volte queste relazioni possono diventare difficili e complicate in occasione di particolari situazioni della fasi della vita e della quotidianità.

Ad esempio, una coppia può trovarsi ad affrontare momenti di crisi in occasione delle prime esperienze di convivenza, nel desiderio non sempre condiviso di avere un figlio, nella gestione dei rapporti con le famiglie di origine. La complessità aumenta quando si diventa genitori, un ruolo sempre ricco di imprevisti e cambiamenti, dalla nascita alle varie tappe della crescita dei figli.

Si pensa allora di avere un problema di coppia, perché non si riesce più a condividere e organizzare la quotidianità, non si riesce più a comunicare al partner le proprie esigenze, bisogni, aspettative e si percepisce solo delusione e insoddisfazione, con possibili ricadute anche sulla sessualità.

Oppure le tappe dello sviluppo come l’età scolare e l’adolescenza generano problemi nel rapporto genitori e figli, perchè non si riesce a comprendere, ad ascoltare, ad accettare le differenze tra genitori e figli e non si riescono a trovare modalità condivise e costruttive di gestire i rapporti.

Anche i rapporti con amici e colleghi di lavoro possono presentare momenti critici e situazioni difficili da gestire. La comunicazione e le relazioni nell’era digitale di massa e social presentano già aspetti che possono generare incomprensioni ed equivoci. Oppure diventare canali per fenomeni come il bullismo e lo stalking. L’ambito del lavoro è sempre più ricco di occasioni per avere dissapori, frizioni, conflitti, fino ai limiti dei fenomeni come il mobbing e il bossing.

Rivolgersi ad uno psicologo vuol dire prendersi cura delle relazioni. Significa costruire modalità più efficaci per comunicare con il partner o i figli, cambiare un ruolo ormai diventato pesante da interpretare e trovarne uno che permetta anche all’altro di relazionarsi in maniera diversa e più rispondente alle aspettative e desideri.

La consulenza psicologica può essere utile per avere un punto di vista differente o informazioni su come gestire una situazione critica relativa a problemi familiari o lavorativi e problematiche genitori e figli. La consulenza psicologica (individuale o di coppia) è consigliabile anche per i genitori che vogliono potenziare le loro competenze nel ruolo di genitori e condividere con il partner strategie e modalità più efficaci per gestire il rapporto con i figli.

La psicoterapia può essere utile sia come terapia di coppia, soprattutto per affrontare insieme momenti di crisi e problemi sessuali, sia come terapia individuale per il partner che senta l’esigenza di rivedere il proprio modo di stare nella coppia o come supporto individuale per affrontare situazioni difficili (dipendenze patologiche, malattia o rifiuto del partner…).

Per richiedere informazioni o un primo colloquio conoscitivo, contatta i professionisti dello Studio Ergo.

Dott.ssa Marta Erba

Psicologa Psicoterapeuta

Cell. 349 5376553
E-mail. erba@studioergo.it

Dott. Carlo Grolli

Psicologo Psicoterapeuta

Cell. 347 9940919
E-mail. grolli@studioergo.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone